La Bohème

Oggi vorrei recensire un’edizione dell’opera che a mio avviso rappresenta il capolavoro sommo di Giacomo Puccini. Si tratta de La Bohème, scene liriche in quattro quadri su libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa (gli stessi librettisti che hanno approntato i libretti di Tosca e di Madama Butterfly). Ci sono davvero tantissime edizioni de La Bohème, ma quella che è oggetto di questa recensione è una delle migliori.

Si tratta di una produzione andata in scena al sessantesimo Festival Puccini a Torre del Lago e successivamente trasmessa dalla RAI. Non è la mia preferita, ma ha alcuni aspetti molto interessanti. Infatti, uno dei punti peculiari di questa edizione la cui regia è stata curata da Ettore Scola è la scenografia: molti si sono cimentati nell’approntare le scenografie per le varie edizioni di quest’opera, ma le scene disegnate da Luciano Ricceri per questo allestimento spiccano sottolineando ancora di più la dimensione poetica e pienamente umana de La Bohème.  

Tra l’altro questo è un’edizione importante anche per il cast: Daniela Dessì se la cava davvero bene nei panni di Mimì; il suo compagno Fabio Armiliato tratteggia con sensibilità e delicatezza un ottimo Rodolfo; Alessandro Luongo è un buon Marcello; Federico Longhi è un grande Schaunard e Marco Spotti è un buon Colline.

Se, come me, siete appassionati di opera lirica e se, come il sottoscritto, siete alla continua ricerca di un’edizione che vi possa soddisfare come si deve, non lasciatevi assolutamente scappare questo DVD!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *